Hortonismi

Horton finisce sul divano perché peggio di quello non c’è nulla.
E’ vecchio, usato all’acquisto – o, meglio, così remoto nella memoria da non poter ricordare se mai sia stato nuovo.
Horton ha questa benedizione: un passato prossimo che diventa subito remoto.
Pensavo di essere giunta al punto di non potergli dedicare altro che commiati. Amare parole su una lapide. Ciao, Horton, sei passato. Poi il Dio Che Ride mostra i denti e mi ricorda che non si sfugge da se stessi. Horton non scomparirà solo perché, in questa fetta di vita, lascio che la mia vita proceda al fianco di qualcuno e non più, solitaria e immota, su un divano.
C’è sempre, ai limiti del campo visivo, il Vuoto.
Che non è male, ed è questo il problema.
Ma ti risucchia, e questo è il problema, che al confronto tutto è Vanitas.
Il vantaggio è che ti permette di scorgere in quei benedetti-maledetti abissi. Ma non c’è utilità. Dal regno del paradosso costante non si può cavare nulla che sia utile nella vita quotidiana, e per tutti quegli obiettivi atti a migliorare la quotidianità. Si scorge e basta, fine a se stesso, come succhiare fumo da una sigaretta – inutile spiegare a chi non fuma che senso abbia, quel nonsenso.
C’è, e basta.

Il divano deve essere vecchio e malconcio e sopravvissuto. Deve poter dire:
Non ho bisogno di te.
Sì che tu possa abbandonarti, finalmente, al Paradiso di chi non deve preoccuparsi. Via l’entropia, via la preoccupazione, e che tutte le cose finiscano nel buco con la pace nel cuore.
Che tu possa, in pace, lasciare che il tempo scorra bypassandoti.
In qualche modo la verità è nel silenzio.
Se la verità è incomunicabile, deve essere lì che si trova, in un momento di horror vacui che ti catapulta, come una giostra, nella successione di tutte le urlanti cose che sai. Mescolandosi taceranno. Puoi confidare in ciò. Confida nel tuo istinto di sopravvivenza: dinnanzi a un tale rumore, per salvarti, ti piomberà nel nulla.
E qui siamo, di nuovo.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...