Tequila

Ero dal parrucchiere.
(E qui devo aprire una parentesi.
Perché alcune persone amano andare dal parrucchiere?
Sarà che ho una chioma abbastanza consistente da meritare un proprio status giuridico, dinnanzi a cui gli ignari parrucchieri si accartocciano in attimi di disperazione, ma veramente… Perché alcune persone amano sprecare tempo a farsi lavare e tagliare e colorare la testa? Sappiate, coevi e posteri, che ci sono andata soprattutto per un motivo pragmatico: impiegare tre minuti per bagnare tutti i capelli è troppo.)
Ero dal parrucchiere, il mio parrucchiere easy going nel centro di una delle città più snob e borghesi che io concepisca: la mia. Il fatto che i miei parrucchieri riescano a essere una coppia di persone tranquille nell’animo, così tranquilla da non essere (… qual è il participio passato di “tangere”? Beh, quello) dai pettegolezzi milf benpensanti che pagano loro le vacanze, mi fa pensare che tutto è possibile. E’ un bel pensiero, ma c’è di meglio.
Ad esempio, mentre il parrucchiere litiga con i miei capelli parlando di quanto i limoni siciliani siano deliziosi, ai limiti dell’erotico, enfatizzando il concetto con una serie di “cazzo” armonicamente distribuiti all’interno della frase, VB fa notare quanto siano buoni i limoni di Sicilia con il sale.
E io penso, cazzo (adeguandomi al parrucchiere), che conosco quel sapore.
Poi realizzo.
Tequila.
E continuo ad averne voglia.

5 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...