Westboro Baptist Church & altri paradisi perduti.

Odio stare scrivendo.
Stare scrivendo implica – essendo che sono ciò che sono – un ragionare sullo scrivere in sé.
Odio stare scrivendo perché mi fa riflettere sullo scrivere in generale.
Mi vengo a nausea in fretta, creature.
È giorni che vi scrivo cose relative allo scrivere, e ho iniziato dicendo – poco tra le righe – che non avevo voglia di vedermi blaterare sullo scrivere.
Belli gli esseri umani, nevvero?
Ho appena finito di scrivere un pezzo per Rush in Peace. Inizialmente avrebbe dovuto essere scritto con Noesis, ma considerato l’alto tasso di informazioni contenente e il fatto che vengono portate a galla da un mio personaggio ho preferito chiederle di aggiornarsi quando l’avessi finito.
L’ho finito e mandato a J, nostro sacro advisor, sì che me lo epuri da cazzate.
Adoro infilare dettagli tecnici in ciò che scrivo – mi danno quell’illusione di solidità che danno le pubblicità di cosmetici che vi blaterano addosso nomi di sostanze che mai avete sentito nominare e mai più sentirete – ma continuo ad avere le nozioni di un bambino svogliato, e quindi abbisogno di uno spirito iper-critico (ce l’ho: si chiama “Tanz”) e di J.
Dovrei studiare.
Dovrei anche, mi sono detta, parlarvi meno di cazzate e più di cose importanti. “Importanti” nel senso di “che coinvolgono qualcosa in più oltre alla mia mente solipsista citante gente morta o viva”. Tutto è importante, per chi ne parla. Però concepisco ancora la differenza a livello d’importanza che c’è tra le mie paraseghe mentali sullo scrivere e la situazione sociale a Johannesburg, per dirne una.
Vorrei, infatti, sapervi scrivere qualcosa su Jobu – ma non ne sono in grado.
Vorrei esserlo, davvero.
Vorrei fornirvi dati e motivi, ma tutto quello che ho in mano è misero e superficiale quanto una pubblicità progresso. Ho solo quel bagaglio di sensazioni e dati che copulano assieme che forma la cosiddetta “cultura generale” di molta gente. Ho paura di dire cazzate, insomma. Ho paura di diffondere cazzate controproduttive al livello di un “Anche gli omosessuali sono gente normale” – quei tentativi fatti con buone intenzioni che tanto odio.
Vorrei.


Sono inciampata nella Westboro Baptist Church, ennesima stranezza eccessiva che compare in alcuni documentari.
Sono un gruppo piuttosto esiguo di persone resosi famoso a causa dei lati più folkloristici – il loro andare in giro con cartelli come God hates America, o Thank God for 9/11 o God hates fags – anche a funerali di soldati americani.
Riassumendo (male), Dio odia tutto ciò che non solo loro. E qualche altro sconosciuto eletto.
Ma potete approfondire voi questo movimento, io volevo fare la solipsista circa questo video, che mi ha fatto riscoprire un desiderio che in me non sentivo da tempo. Dovete guardarlo osservando i sorrisi delle due ragazze. Dovete – per capirmi – com-muovervi dinnanzi alla freschezza del loro parlare, alla tangibilità della loro auto-eletta condizione, e con me riscoprire la voglia di averle nel momento in cui una accarezza con affetto ed entusiasmo il viso dell’altra.
Sono stupende.
Sono qualcosa che vorrei incontrare più spesso – sia follia o illuminazione, non m’importa, né m’importa decidere se vi sia una differenza tra le due cose.
Comprendo chi si oppone loro. Comprendo la loro pericolosità. Ma il desiderio di avere quelle due (so che “avere” è un po’ generico; è che non è una questione spiritual-filosofico o mera voglia carnale: è ambo le cose) è più forte di tutto il resto.
Non è desiderio di dissacrazione. Non voglio averle tra le mie manine per imporre loro ciò che loro combattono. Le voglio mentre continuano a essere ciò che sono in quel video.
Poi, a parte questo, come si fa a non adorare il loro sito?
75 – people whom God has cast into hell since you loaded this page.
144,000 – Jews that will be saved in these last days.
0 – nanoseconds of sleep that WBC members lose over your opinions and feeeeellllliiiiiings.

(Eh, i 144000 che avrebbero dovuto riunirsi a Münster – e voglio una di quelle due nel ruolo di Divara. La voglio ballare ilare su un tavolo a cui sto banchettando.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...