Consumismi.

Se ti metti un certo tipo di berretto la somiglianza con Ville Valo è automatica. Provare per credere.
F. dice che quel genere di copricapo è tipicamente tedesco. Non è vero, è semplicemente e ineluttabilmente tipicamente Ville Valo.
Capisci anche perché Ville Valo lo porti: ti dona una certa anonima spigliatezza. Cammini persino più velocemente.

Pulisco il posacenere in alluminio Ikea che non è un posacenere, ma un portasapone. Del portasapone ha la parte interna di plastica rimovibile, che basta capovolgere per chiudere semi-ermeticamente il posacenere ed evitare che diffonda puzza di mozziconi per la camera. È un’esigenza necessaria quando hai manie di ordine (concettuale, e quindi implica una camera profumata) e fumi (più di) venti sigarette al giorno.

La pentola per le caldarroste è studiata per fare un casino immane quando la scuoti facendo rimbalzare i frutti aperti da un solco sui bordi.
Mangiarle, personalmente, è una questione di status (tutto è una questione di status, mi sussurra Bourdieu): tramutano l’attimo in una tana calda nel ventoso autunno. Adoro le caldarroste, che richiedono l’ustionarti le dita. Adoro i polpastrelli anneriti che sporcano il frutto denudato. Dell’autunno mi piace la possibilità di fuggirne.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...