Steerpike.

«Ti fanno male?»
«Cosa?»
«I lividi.»
«No.»
«Sono punizioni?»
«Sì.»
«È sadico?»
«È irrilevante.»

Dire che sto scrivendo sarebbe impreciso. Sto perlopiù facendo opera di mixaggio ed editing.
L’unico pezzo scritto da zero è quello iniziale, 27 aprile 1945 a Berlino – no, non ne so abbastanza della battaglia di Berlino, ma vedrò di sfuggire dalla possibilità di scrivere inverosimiglianze senza finire in vicoli ciechi.
Cerco di ravvivare con musica e spunti esterni una trama che altrimenti rischia di cadere nel dualismo del sadomaso, che è per l’appunto un dualismo, e i dualismi da soli non mi hanno mai convinto.

Ho visto Gormenghast, ed è molto colorato.
Personaggi vividi, fantasy usato per caricaturare e non per alienare – insomma, ho apprezzato. Anche il personaggio interpretato da Rhys-Meyers, Steerpike, un personaggio indecente, epicità da camera al negativo, anti-eroe senza dignità perché troppo suscettibile al riguardo.
Mi ha lasciato dentro riflessioni sul modo di porsi, perché quello di Steerpike è servile – è miele per orsi golosi di servi e adulazione – ossia l’esatto contrario del mio. La sua opinione sull’umanità non deve però discostarsi troppo dalla mia, e quindi devo pensare, e domandarmi se preferisco Kant o Machiavelli. Kant, pare – ma l’assoluto servilismo di Steerpike è uno schiaffo morale molto più bruciante di quelli che l’arroganza potrebbe scagliare, e così io mi trituro il cervello su questi inutili paradossi.
E mi domando: "Come sarò a Kiel?"
I dormitori hanno dei simil-Prefetti, eletti ogni semestre, che si riuniscono in una specie di Consiglio. Ogni mese le condizioni dell’appartamento vengono controllate: se non è abbastanza pulito bisogna pagare un’"ammenda" che serve in verità a pagare delle pulizie professionali.
Quando ho creato l’Acero Rosso – con i suoi Prefetti e i suoi Consigli e la sua Sorveglianza – stavo ragionando per estremi, per assurdi, romanzando una realtà foucaultianamente letta.
E ora vado a Kiel e avrò tutto questo.
Certo, siamo a Kiel – Germania – e non in un parto della mia mente, quindi non ci sarà un’atmosfera da regime del terrore con voti raccolti a minacce, ma la struttura c’è.
(Parola del periodo: struttura.)
… L’ammenda se non pulisci l’appartamento.
Da qualche parte avevo scritto che vedo la Germania come una Grande Madre, ossia una versione più piacevole e rassicurante del Grande Fratello, e avrò un emissario della stessa che controlla se pulisco il mio spazio privato.
… Ok, smetto di basirmi pubblicamente.

Steerpike:
If ever he had harboured a conscience in his tough narrow breast he had by now dug out and flung away the awkward thing – flung it so far away that were he ever to need it again he could never find it. High-shouldered to a degree little short of malformation, slender and adroit of limb and frame, his eyes close-set and the colour of dried blood, he is climbing the spiral staircase of the soul of Gormenghast, bound for some pinnacle of the itching fancy – some wild, invulnerable eyrie best known to himself; where he can watch the world spread out below him, and shake exultantly his clotted wings

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...