Demian

Der Vogel kämpft sich aus dem Ei. Das Ei ist die Welt. Wer geboren werden will, muss eine Welt zerstören.

The bird struggles out of the egg. The egg is the world. Whoever wants to be born, must first destroy a world.

L’uccello lotta per uscire dall’uovo. L’uovo è il mondo. Chi vuole nascere deve distruggere un mondo.

Dopotutto studierò tedesco, cominciamo con una citazione.
Il libro: Demian, di Herman Hesse. Stato: concluso. Citazioni da fare: troppe. Riporto questa perché è la più citata, perché è quella con cui alia_mimi mi ha convinto a leggere questo libro prima di altri.

Riporterei:

… Alla fine rinunciai e cominciai a dipingere semplicemente un volto, seguendo la fantasia che mi davano l’opera iniziata, il colore e il pennello.

Un giorno riuscii finalmente, in modo quasi inconsapevole, a completare un volto che mi parlava più intensamente dei precedenti. Non era il volto di Beatrice e da un pezzo non doveva più esserlo. Era qualcosa di diverso, di irreale, ma non meno prezioso. Assomigliava a una testa di un giovinetto più che di una ragazza, i capelli non erano biondo chiaro come quelli della mia graziosa fanciulla, ma castani con sfumature di rosso, il mento forte e deciso, le labbra rosse e fiorenti, l’insieme un po’ rigido come una maschera, ma di grande effetto e pieno di vita segreta.

Balzai dal letto, mi misi davanti a quel volto per osservarlo più da vicino, negli occhi verdastri, rigidi e spalancati, il destro dei quali era un po’ più alto dell’altro. E d’un tratto proprio quell’occhio destro ebbe un sussulto leggerissimo ma percettibile e in quel sussulto riconobbi l’immagine…
Come avevo potuto impiegare così tanto! Era il volto di Demian.

E a poco a poco ebbi l’impressione che non fosse Beatrice e neppure Demian, ma io stesso. L’immagine non mi somigliava – sentivo che neanche doveva – ma era ciò che componeva la mia vita, era la mia parte interiore, il mio destino o il mio demone.

E aggiungerei un: Dorian Gray sucks.
Vi chiedo in intimità di prendere quel tronfio e inutile dandy ammuffito di nome Dorian Gray e rimuoverlo dall’altarino per sostituirlo con Demian – qualsiasi cosa Demian sia.
(È tutti noi.)
Prima leggete il libro, però.

… Ma, tornando al perché io abbia citato queste parti, che non rivelano – da sole – chissà che cosa, riporto alla vostra memoria l’angioletto asessuato a cui sto lavorando da qualche giorno. Quello con i boccoli color oro rosso. Quello che è ancora a metà dell’opera, che è stato iniziato prima di leggere Demian, e che vi propino a questo punto.

11 comments

  1. Volevo chiedertelo già da tempo: è da questo Demian che hai preso il nome per il tuo personaggio di He brings me the light?

    Sì, mi ricordo tutto il titolo chilometrico a memoria, è uno dei racconti che ho letto con maggior fervore e che mi sono rimasti dentro. ^_^

    1. He brings Him the light, egocentrica lettrice. 😛
      E ricordo il tuo chilometrico commento. 🙂

      No, Demian venne dalla leggenda.
      Per non ricordo quale, s’intende, per cui l’Anticristo si chiamerà, o chiamò, o chiama, Demian. O Damien?
      😛

    2. Ops… He brings HIM the light. Complimenti comunque per il disegno, è molto bello e raffinato. Si vede che dietro c’è una conoscenza delle tecniche però dà l’idea di essere stato fatto con una semplicità manuale estrema.

      Beata te che riesci a fare simili illustrazioni. ^^

  2. Uh?
    Ma non ti avevo postato niente???
    Mi pare impossibile…
    Devo essere del tutto rincoglionita.
    Anche perchè ero rimasta a fissarlo per almeno dieci minuti, in estasi quasi mistica…
    COME CAZZO FAI a dipingere così???!!!!
    Io potrei tranquillamente vendere al diavolo qualunque parte del mio essere pur di riuscire a fare cose come questa.
    E a te “vengono a loro piacimento”, ti rendi conto?
    Ti odio.

      1. Tutto con tavoletta grafica, Adobe Photoshop.
        Lo sto proseguendo, ma fa il difficile.

        [Io potrei tranquillamente vendere al diavolo qualunque parte del mio essere pur di riuscire a fare cose come questa.]
        E quando sai farle, e le hai fatte, che te ne fai? 😛

  3. Tesoro, sono così contenta che Demian ti sia piaciuto 🙂

    Qui negli States tutti mi fanno sentire un mostro di intelligenza e cultura, sono immersa in un ambiente raffinato e sofisticato 24 ore al giorno, e ti assicuro che venrie online e leggerti mi procura un piacevolissimo senso di inferiorità 😀
    Cercherò di avere più tempo per leggere il tuo LJ 🙂

    Spero di poterti ospitare al più presto 🙂
    Un bacio, spero potremmo parlare un po’ di Demian al più presto – sono onorata che tu mi abbia citato per averti convinto a leggerlo 🙂

    Un bacio

    1. [e ti assicuro che venrie online e leggerti mi procura un piacevolissimo senso di inferiorità :D]
      Pensa che quando non ho passato il test ho pensato a come tu avresti potuto giudicarmi.
      Tu ne sei in diritto.

      [Un bacio, spero potremmo parlare un po’ di Demian al più presto – sono onorata che tu mi abbia citato per averti convinto a leggerlo :)]
      (L’ho regalato anche all’essere, Caine, pensa. Nottata a Venezia. Ho pensato a te, ovviamente.)

Rispondi a alia_mimi Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...