Op! Op!

(Op: abbreviazione di “operatore”. Generazione di mIRC. /op con nome al seguito fa divenire un utente operatore all’interno del canale. Non so perché in questo periodo mi sia tornato alla mente questo termine.)

11.11 del mattino.
Fa caldo.
Dovrei lavarmi.
Dovrei pulire anche casa, in verità, casa che ha ricominciato a fare schifo. Pesantemente. Te ne rendi conto quando metti le ciabatte a lavare e cammini a piedi nudi. Avete presente quelle pubblicità in cui, per dimostrare quanto pulito sia il pavimento, mostrano pargoli giocarci? Cibo cadervi ed essere comunque poi mangiato senza risciacquo?
Qui un pargolo morirebbe soffocato dalla polvere.
Se mi cade una mela per pulirla devo usare una lima.
Ma non cadono mele.
Qui abbiamo toast. E birra.
Le mele ci sono, eh.
In frigo.
È che non ricordo da quanti mesi sono lì.
(E pensare che sono una persona che cura la propria igiene personale con una sorta di rigido purismo, e lava vestiti in continuazione.

La fissazione del momento è: acqua, limone e zucchero in caraffa, bere mezzo mestolo. Voglia di gelido: il gelido del mestolo di metallo, del limone sul palato, del ghiaccio a metà brocca.
Non so bere acqua-e-basta.
La gente mi guarda male quando mi porge una bottiglia d’acqua e io scuoto il capo e rispondo:
“No, grazie. Non bevo acqua.”
Non ha sapore.
La sua funzione basilare, dissetare, è stata sostituita per me da altre cose. Bevo spesso, bevo un sacco. Coca cola, succhi, caffé, birra, redbull. Mi è raro sentirmi assetata.
… A volte, lo ammetto, mi piacerebbe sentire in bocca il sapore di nulla. Non bevande, non tabacco. Non il secco fumo con retrogusto aspro o amaro, le bollicine di una coca cola, la gola arsa di una birra. L’avvolgere di un caffè. Postumi di un’alimentazione deprecabile. Dopo… 9 anni di tabagismo, di cui otto ininterrotti, immagino di non sentire più i sapori per ciò che dovrebbero essere. Bere the non zuccherato equivale a bere acqua calda. Molti cibi, da soli, non hanno sapore. Il cibo, in verità, è più una questione di rifocillamento che di gusto. Mangio per non avere fame. Mangio per avere energie. Mangio quel che c’è, che sia preferibilmente semplice. Non troppo: odio sentirmi piena. Odio l’oziare a tavola a pasto concluso. (E portarmi fuori a pranzo o cucinare per me equivale al fare la buona azione del giorno, difatti. :9)

2 comments

  1. pensa che io in casa ho l’acqua depurata…non sa nemmeno d’acqua =_=
    Sarà per questo che ai pasti bevo sempre e solo the? E comunque anche io fatico a bere acqua liscia e cruda, se proprio devo, la voglio frizzante così mi pizzica un po’ quando scivola sulla lingua e in gola, poi le bollicine mi vanno nel naso ma va beh… XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...