Porco. Dio.
(Da quanto non bestemmiavo? Mi sta tornando la moda.)
Devo smetterla con le vergini.
Memento.
Ricordare.
Soprattutto, devo smetterla di rimanerci male.
(Ok, accade una volta ogni morte di Papa, ma è già troppo. Ogni volta è la pala che affonda per scavare ancora un po’. Ancora un po’. E basta, e che cazzo.)
Andiamo a fare addominali e flessioni, su, andiamo.

17 comments

    1. Oh beh, niente di nuovo all’orizzonte. Cose di cui ti ho già parlato in altri frangenti, cambia solo il nome.
      Quando ci vedremo di persona ti esplicherò, intervallando con sfoganti troia che fa sempre bene.

    1. Non volevo svegliarti dal “letargo italiano” con un simile post. 🙂
      Grazie, ma tranquillizzati: scrivere post sfoganti è un ottimo modo per non soffrire di ciò che si sta sfogando.
      Comunque, se c’è qualche frase che non hai capito – anche in questo reply – chiedi pure.

      1. Non volevo svegliarti dal “letargo italiano”…

        (Se capisco questo corretamente…) No, sono felice che mi hai svegliato! Essere completamente onesto, mi ha aiutato perché il post è corto. *arrossisce* I post lunghi può soppraffarmi! (…ed è mia colpa perché non practico basta l’italiano!) 🙂

        … scrivere post sfoganti è un ottimo modo per non soffrire di ciò che si sta sfogando.

        Capisco completamente!

        … se c’è qualche frase che non hai capito…

        Molto grazie, ma non è necessario questa volta. Penso che io capisca le frase, e la parta che non capisco mi sembra tanto personale. 🙂

        1. [(Se capisco questo corretamente…) No, sono felice che mi hai svegliato! Essere completamente onesto, mi ha aiutato perché il post è corto. *arrossisce* I post lunghi può soppraffarmi! (…ed è mia colpa perché non practico basta l’italiano!) :)]
          “A essere completamente onesto…”
          “I post lunghi POSSONO soPraffarmi…” [plurale]
          “… pratico…”
          Vedrò di scrivere post più corti. Spesso metto in un unico post venti cose diverse. 🙂

          [Molto grazie, ma non è necessario questa volta. Penso che io capisca le frase, e la parta che non capisco mi sembra tanto personale. :)]
          “Penso di capire la frase…”
          Sì, personale – ma vedi, non ho pudore, e se posto su un LJ pubblico, smette di essere personale. 😛

        2. A– grazie. Errori disattenti… tranne che “a essere”. È tanto difficile ricordare quando usare le preposizioni o non usarle a causa di l’infinitivo in inglese — “TO do this… TO do that…” — ha una preposizione suo! :/

          Perché non è “ad essere”?

          Vedrò di scrivere post più corti. …

          Per favore, non cambiare i tuoi post solamente per me! È tuo journal… è più importante che funzioni per te! 🙂

          …ma vedi, non ho pudore, e se posto su un LJ pubblico, smette di essere personale.

          Ti ammiro molto… sei tanto aperta! Non sono così valoroso… 🙂

        3. [Perché non è “ad essere”?]
          Uhhh, questione difficile.
          Si tende, per suono, ad aggiungere la d a seguito di una vocale (ad essere, ad esempio, ad egual, etc etc), ma ho letto – ma non ne sono certa – che vale solo se le due vocali sono uguali (ad ammetterlo, ed essendo, etc etc).
          In realtà, non credo ci sia UNA regola. 😛

          [Ti ammiro molto… sei tanto aperta! Non sono così valoroso… :)]
          Sai che fa sempre piacere sentirsi dire certe cose?
          (Questa frase è un po’ più difficile, vediamo se la capisci.)

        4. …vale solo se le due vocali sono uguali…

          Supongo che abbia senso.

          Sai che fa sempre piacere sentirsi dire certe cose?

          Lia mia ipotesi:

          “Do you know that one always delights in hearing oneself say certain things?”

          È corretto?

        5. La mia ipotesi:

          “If you’re still saying it, my self-esteem is going through the roof*.”

          Sì?

          “To go through the roof” è una espressione idiomatica in inglese; suppongo che “sfondare il soffitto” voglia dire lo stesso in italiano.

        6. Yes, credo che il significato sia identico. 🙂
          Sfondare il soffitto: alzarsi così tanto da sfondare il soffitto. Metafora per dire che l’autostima si è troppo accresciuta.

        7. Credo che io capisca.

          In inglese, qualsiasi cosa può “go through the roof”. Al momento negli US, la gente sta dicendo “The gas prices are (going) through the roof!” Anche, se si dice una persona è “going through the roof”, solitamente vuol dire la persona sta negativamente reagendo a qualcosa… e.g. “If my boss finds out what i did, he’ll go through the roof!”

          È così in italiano?

        8. Non proprio.
          Usi “sfondare il soffitto” quando ti riferisci a qualcosa che – metaforicamente o non – si ingrandisce o alza così tanto da poter – metaforicamente – sfondare il soffitto.

          [“If my boss finds out what i did, he’ll go through the roof!”]
          In italiano si potrebbe dire:
          “Se il mio capo scopre cos’ho fatto, la sua rabbia sfonderà il soffitto.”
          Ma non è un comune modo di dire, è solo l’applicazione di una metafora comune (–> sfondare il soffitto”, non per forza con questa scelta di termini).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...