Castrati Syndrome & Me

Video del giorno:

Opera n. 2
( Vitas )

Se non vi va di vedere il video (che io trovo comunque bello), fate partire la musica e sentite almeno i suoi acuti.
Benché fare ciò significhi perdersi anche la sua mimica.
Adoro la sua mimica.
E se volete sentire quanto fenomenale sia la sua voce e basta…

Ave Maria

Castrati Syndrome.


LeBaron su cuscino su mie gambe su divano.
Ho avuto una punta di sonno, dopo aver fatto parte di ciò che dovevo fare (quel minimo sindacale e poco più utile a sentirsi la coscienza a posto); ma sto dormendo troppo. Troppo.
Domani potrei (dovrei) passare dal tecnico e informarmi per un HD esterno resizato e per un cavo con cui collegare LeBaron al router, dato che in camera non prende. Alle pareti della casa sarà appeso di nuovo un filo, che passerà per due porte e poi sopra un armadio, per finire sulla scrivania. Di fianco ai libri. Non sto studiando, per dio e deità sparse. Ma sabato mattina devo trovarmi con la gentilissima e simpaticissima Veronica per farmi dare libro pre-test d’ingresso all’uni.
E vorrà passare poi lei a Lecco, per staccare, e gelato sul lago e cose così.

Quel che conta è che riesco a scrivere.
Per una personcina nata e cresciuta in un angolo di mondo pieno di comodità è importante.
Importante è riuscire a farlo, non quanto lo si faccia o come. Non mi spaventa neanche l’idea di scrivere in inglese. Non mi spaventa l’idea di fare qualcosa senza saperlo fare a dovere; non mi spaventa l’avere pecche da sistemare.
Ciò che conta è il poter fare qualcosa.


«Ci si prova, no? È una possibilità, e se non vai per possibilità… Se non tenti, non fai nulla. Cos’hai da fare, eh? Cosa faresti se potessi fare qualcosa, senza vincoli né costrizioni, senza conseguenze. Cosa faresti?»


Cominciata una one-shot con noesis_2, con una voglia folle di scrivere con lei.
Una one-shot senza pretese, ma grottesca perché ho volutamente caricato il personaggio che muovo di mie caratteristiche. Con l’aiuto di Noes (ti stupisce, a volte, rendersi conto di quanto la gente ti conosca).
È una cosa che non sono mai riuscita a fare.
(Il che non significa che adesso ce la stia facendo, beninteso.)
Credo debba essere… catartico.
O forse, una volta finita, tirate le somme, mi rinchiuderò in uno stanzino e non ne uscirò mai più.
(I “contro” dell’amare la spietata ironia nella narrativa.)

16 comments

  1. Vedi che questo ragazzo è NATO per scendere a Luthais!?!?!?
    Ci ha pure le branchie!!
    Chi se lo fila uno con le branchie nel Mondo-Sopra-Al-Mondo?….
    A questo punto lo mandiamo prima nel Circo dei Diurni, poi al Pozzo di Carne, e da lì giù, in discesa libera, e magari schiva anche i Raminghi… no, impossibile schivare i Raminghi…vabbè, gli mandiamo un Cercatore con un lasciapassare.
    Bello! Bello!! come starà bene nudo con la rosa nera tatutata su tutto il corpo, steso sul bordo della Vasca!!

    Cauch che batte, batte le manine!

    1. [Chi se lo fila uno con le branchie nel Mondo-Sopra-Al-Mondo?….]
      *alza la mano*
      Io. Non mi formalizzo. *grin*

      E poi guardalo: quell’uomo sa qualcosa.
      Non so cosa, ma quell’uomo sa qualcosa di sé che altri non sanno così bene.
      Ci fotterà tutti.

      (Ma quant’è bella l’immagine di lui nudo sulla vasca suonante?)

      1. Sì, quell’uomo sa di appartenere al Mondo-di-Sotto…
        Sì, sì, sarebbe una splendida Rosa nera…uffa, voglio andare a Luthais
        (sai che ho appena “scoperto” che esiste da sempre una setta di Cacciatori dediti alla persecuzione delle creature di Luthais?… in origine erano stati voluti dal clero, poi erano stati integrati nell’Inquisizione e in un secondo tempo annientati dalla medesima. Oggi esistono ancora, rari, ma agguerriti. Se uno è mai arrivato fin laggiuù?…Certo, può essere…probabilmente è da qualche parte nelle prigioni degli Insonni, inchiodato a una parete…)

        1. [Sì, sì, sarebbe una splendida Rosa nera…uffa, voglio andare a Luthais]
          Un giorno capirò perché lo dici proprio a me, me-con-tutta-la-sua-fobica-e-violenta-reazione.
          Vuoi che ti urli in faccia, ammettilo. 😛
          È una variante di quei giochetti a letto in cui ci si urla: “TROIA!” “SI, MAIALE!” 😛

          [Sì, quell’uomo sa di appartenere al Mondo-di-Sotto…]
          Quell’uomo sa vivere così bene il Mondo-di-Sopra da cantare al Cremlino e avere quella fama a quell’età.

  2. ma perchè cavolo scrivere una one-shot… =___= aggiorna piuttosto Rip! (e DaDa, già che ci sei) >__< voglio sapere che succede dopo!

    Ovviamente, sono impaziente di leggere anche la one-shot, ma Rush… e Jude… *w*

    1. RiP necessita un’attenzione che né io né Noes in questo periodo abbiamo.
      Però hai ragione, devo correggere il prossimo capitolo da postare. :9
      E DaDa l’ho scritto stanotte. :9

  3. questo tipo è bellissimo sia con che senza branchie (video live del post prima).
    Ed è anche una gioia per le orecchie *_*
    Da che parte imprecisata del globo arriva? (a Luthais ci deve andare quindi presumo non sia originario di lì XD)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...