Deus Mater – Illustrazione & Musica

Svegliarmi alle 7.30 del mattino non mi fa bene.
Poi verso il caffè americano nei bicchieri da bibita.


Duuuuuuuuuuunque…

Ecco a voi la Prima Vera Illustrazione che Sna abbia mai fatto (da piccina voleva fare l’illustratrice – poi ha smesso con questa ossessione e le si è presentata l’opportunità di farlo veramente. Odio Murphy).
Il racconto è Deus Mater, che definirei… Mmm… Una fiaba sci-fi per adulti con estetica steampunk e assolutamente illeggibile per un bambino. Si consiglia la lettura a un pubblico maturo, nel senso che è una di quelle cose che consiglio di leggere, ma che abbisogna un minimo di discernimento.
Illustrazione + Terzo Capitolo = http://diosbios.altervista.org/deusmater.pdf (al solito: copia/incollate il link, Altervista dà problemi – prima o poi prenderò un dominio. Prima o poi.)
Dentro tutte le informazioni utili nel caso voleste leggere il racconto per intero.


Ho una valigia da terminare.
Per ora ho terminato quella su laptop, ossia: infilaci quel che ti servirà. Musica, perlopiù. OST di Cowboy Bebop, perlopiù. (Vorrei rivedermi la serie con tutte le persone che ho conosciuto e che la adorano; credo ne verrebbe un colpo di stato o qualcosa del genere.)
Cosa ascolto?

Figurines that fall like leaves then disappear, keep calling
Is it real? Is it real?
Dark machines that wheeze and breathe then mock the air,appalling
What is real? What is real?
This world can really be too much
I can’t take another day
I guess that I’ve had enough
My minds slipping faraway
I’m falling in and out of touch
Could someone please explain?

Set my mind for open sky, but couldn’t fly, so sadly
What am I? What am I?
Sullen eyes shed teardrop lies then criticize, now laughing
What is real? What is real?
It’s really all become too much
I’m not sure what I should feel
I guess I’ve finally had enough
I don’t know if this is real
I’m crashing in and out of touch
Can anyone explain?

Seatbelts. Musicisti giapponesi, newyorkesi, parigini. Sonorità blues/jazz/bebop (oh no, non chiedetemi l’esatta definizione di ciascun genere; mi limito a riconoscere il blues dal jazz con ampio margine di errore).


Gorillaz. Gorillaz is a virtual band created in et cetera…
Video: Dirty Harry
Video: Clint Eastwood


Ulver.
Video: Limbo Central
Canzone (cioè: ignorate pure il video): Nowhere Catastrophe


I Rammstein non ve li linko nemmeno.


E andiamo a finire questa valigia…

2 comments

Rispondi a nausicaa83 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...