Persone.

4.53 del mattino.
Cera residua su gambe e mani.
(Sono un danno a farmi la ceretta. Un danno.)
Depilarsi con i Manes di sottofondo. Una vera e propria passione dei gruppi che furono Black Metal, e sopravvissero divenendo altro. Skippiamo agli Ulver, a proposito.

Dopo una serata in cui ho osservato l’efebo dolce metà di purple_vertige sgranocchiarsi il mio dildo, dopo la suddetta ceretta e aver (forse, ma non ci conto) finito un articolo sulla ripresa di simboli norreni da parte del Nazionalsocialismo, scritto due righe su un collegio ceco e altre due su una Venezia del 1629, riflettevo sui sentimenti.
Niente di particolarmente innovativo, insomma.
Riflettevo su una cauchemar_73 affezionata alla sottoscritta. Affezionata: il passo dopo a “ciao mi stai simpatica apriamoci” (o tentiamo di farlo, a scelta).
Dopo che stasera, mentre l’efebo sgranocchiava il dildo compiaciuto, eredhikr mi ripeteva, con calma e dopo un po’ di tempo che non me lo sentivo dire, quanto di merda fosse la sottoscritta in un certo periodo, circa un anno fa.
Ha ragione.
E la sottoscritta pensa di poter essere ancora così di merda. Ma forse no. Forse sì. Semmai con più consapevolezza. Il che aggraverebbe. Mah.

Domani una prenotazione da fare per andare da cauchemar_73. Domani che poi è oggi. Giorni rilassanti in quella casetta mondo-a-sé. Gente che conosco e gente che non conosco. Una ragazza che mi ha fatto da guida a Venezia da incontrare nuovamente, e con piacere; un Weir da conoscere di persona, e potergli dire di persona “quella checca di Weir”. (In amicizia, s’intende; quella in cui si spera, dato che praticamente non ci si conosce – dato che l’80% delle nostre chattate verteva sui ragazzi con cui era stato, quelli con cui voleva andare, quelli con cui non sarebbe mai andato, su chi abbia il culo più sfondato – lui, per la cronaca). Una ragazza mai vista mai conosciuta in nessuno modo neanche per sbaglio di cui so che è rosa-vestita, molto kawaii e alta sul metro e ottante – e che ci farò il viaggio da Milano in poi, su mia proposta.
Un week-end in cui riconoscere la mia vita, diciamo. Anche se giro con tacchi bianchi e jeans stretti a metà culo, seria come un giullare in pensione.
Settimana prossima incontro per uni con tale Veronica, che deve passarmi un libro per il test e che è assai simpatica oltre che carina – e maneggia con nonchalance termini quali “amici-nerd-a-cui-rivolgersi”. Ci piace. Ci piace qualcuno con cui discutere di Design della Comunicazione oltre a TCK-Recluta. Che conobbi più di un anno fa, e il giorno del nostro primo incontro live ci venne chiesto da quanto tempo ci conoscevamo – sottintendendo un lungo periodo, ma lungo quanto?
Quei rapporti che nascono dal nulla già completi ed equilibrati, e così rimangono.
E ciò mi fa venire in mente GPZ, da poco conosciuto sempre grazie a eredhikr. GPZ chiamato “Gippy” o “Jeep” o “cucciolo”, a scelta, che è appena tornato da Paris – dove, per tre notti ogni notte, ci siamo fatti lunghe sessioni skype a guardarci in faccia e ridere e dire fondamentalmente solo stronzate. La quarta ha assistito alla sottoscritta d’umor nero, ed è riuscito a risollevarmelo senza accennare a nessuna specifica questione. Amo le persone così. GPZ che dovrebbe venire qui a luglio, e ci tengo. Mi ci sono affezionata. Quel ragazzo fa intuire un equilibrio interiore raro, che acquieta anche l’altrui animo – benché il 90% del tempo passato assieme ci rivelerebbe, a occhi esterni, come due sfondate teste di cazzo.
A. rimane quella presenza MSN, tra le poche con cui interagisco, con cui andare avanti a monosillabi o eclatanti frasi o cazzate indiscutibilmente stupide.
Gli ho illustrato Deus Mater. Un’illustrazione, per un personaggio che reputo veramente ben fatto. Restate in linea, linkerò.

Dovrei ringraziare eredhikr e purple_vertige per sopportarmi, amarmi, stimarmi – miscelati a caso e shakerati.
Ci rendiamo conto di abbisognare di persone con grande pazienza.
(O di persone terribilmente curiose e autolesioniste, ma non ci piace quel che ne viene fuori.)

Sentito oggi Ula mezzo MSN dopo mezza eternità, e mi ha lasciato la riflessione:
“Anziché dire ‘io sono tutti voi’, rifletti su ‘io sono tutti noi’.”
E io ci sto riflettendo.
(Poi mi ha sciorinato una citazione al motto dei Templari, non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam, e su questa eviterò di riflettere perché partirei da zero. Rimandiamo.)
Lo Scimmione prosegue una vita a studio matto e disperatissimo per quella tesi che non concluderà mai, e intanto dà noccioline all’indefessa ira che lo divora dentro, kempo attività fissa nella sua esistenza. Lo rivedrò. (Prima o poi.) Lo rivedrò e vedrò quanto ancora è aumentata la sua massa muscolare. E alzerò le spalle scuotendo la testa e compiacendomene contemporaneamente. Posso farlo anche senza vederlo, credo.

Dovrei citare anche Hyoga, con cui in questo periodo si è in simbiosi. Il suo cameratesco altruismo, dinnanzi alla sottoscritta d’umore cinico costante con sviolinate d’abisso, concede emoticons di birre in cameratesca comprensione – il problema sta nel fatto che vedendole me ne viene voglia, e dovrei smetterla di salutare il liquido frutto del luppolo ogni santo giorno. Il mio ventre comincia a risentirne.
Ma lo ringraziamo comunque. Saluto mezzo MSN e poi scrivere dei due sbirri, Horton e Kendall, che si stanno elevando ad archè (qualunque sia l’accento) di rapporto d’amicizia. Qualcosa in cui credere, suppongo. Qualcosa come… Anche se la tua vita diventerà di merda, e tu stesso sarai pure feci, troverai un amico. Sì, terribilmente qualcosa del genere.

Toh, fuori dalla finestra c’è luce.
E magari le mie lenzuola mi accolgono.
Magari.
Proviamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...