Delirando…

… Ora, io non so se riuscirò a scrivere un post che abbia senso.
Sono in uno di quei momento definibili ingorghi, in cui tutto arriva assieme.
E se non stacco un attimo do di testa.
(Non ricordo a che ora mi sono svegliata, ieri…)

In primis, abbiamo una nuova copertina; trattasi della copertina di L’acero rosso, e la trovate qui (l’ultima uppata, ovviamente – di cui sono in qualche modo soddisfatta, benché sia riprova del fatto che non riesco a staccarmi dal minimalismo).
Voi direte:
“Ma che cazzo è l’acero rosso?”
E io vi dirò:
“Vi dissi di quello scritto con cauchemar_73 concernente un collegio con un che di törlessiano…”
Sapete… Romanzi di formazione, cinismo, nonnismi, umiliazioni… E un giovane di nome Hynek che si proietta in un acero rosso. Mi pareva una bella immagine. (Ovviamente, è di Cauchemar.) E tra tre cose e altre tre fatte in multitasking, ci ho lavorato. Tra le sei cose in multitasking c’è lo scrivere via mail con il nostro amato cicisbeico Cauchemar, di quel collegio e poi dell’A.D. 1630, che prosegue, e dopo aver visto un cedevole ma integerrimo Torchia e una soffice ma pungente Zefirina, vede ora un Nicola con manie da castrato dinnanzi a un affascinantissimo moro di nome Jamall – ovviamente gestito da Cauchemar, che così bene lo gestisce da farmi venire brividi lungo la schiena.
(Sto diventando una checca, sìsì.)

Le news sono tante e piccole.
Una nuova pagina (gratis) da fare.
Mi sono liberata di gravosi progetti stressanti.
Devo ricontattare un vecchio team che si occupava di “web” (generico: dalla grafica ai videogames).
Oggi sono WuMing addicted: scarico lezioni e interviste e le ascolto mentre faccio altro.
Ho una locandina da sistemare e rendere bella.
Il CUD.
Ho sonno.
Ho conosciuto un amico di eredhikr (che ringraziamo sentitamente per la splendida notte offerta qualche giorno fa; noi ringraziamo sempre). Oggi. Oggi, MSN:

Lui: Ma tutto il borgo sa ormai, che questo vostro olfatto si sbaglia assai.
Io: Ma non insistete voi, e non continuate poi.
Lui: E, per scacciar il beneficio del dubbio, voi v’appellate pure al pontificio.
Io: Che è scomodo l’ospite ingrato, ancor più se certi odori ha levato.
Lui: Sebbene lo stato delle cose volga ormai a vostro sfavore.
Io: Papista non è termine a me inviso, e vi dico: è il mio ultimo avviso!
(Yo, bro, yo!)

… Il delirio andante.
(Ma produttivo. Va bene così.)
Sì.
Va bene così.
Alla fine, va fottutamente bene così.

4 comments

  1. *Ho conosciuto un amico di eredhikr (che ringraziamo sentitamente per la splendida notte offerta qualche giorno fa*

    Per un attimo, ho pensato stessi parlando di lui XD

  2. E’sempre piacevole essere ricordati nelle tue pagine. Evidentemente no nti tengo abbastanza impegnata durante il giorno…forse dovrei proporti di iniziare a scrivere anche di Horton e Dale, o di William e Milton (no, quelli li tengo proprio come ultima spiaggia, il ricatto finale!!)
    Già così, piùche nel multitasking mi pare evidente che si operi nel campo della schizofrenia. Passare da Hynek a Jamall nel tempo di un “invia” è a dir poco destabilizzanti, ed è quel genere di cose che non ci si dovrebbe permettere sul posto di lavoro.
    Anyway, se può consolarti Jamall fa venire i brividi anche a me, perchè in fondo è rimasto, da qualche parte, un cuore palpitante di fanciulla che s’infiamma per uno straniero dagli occhi d’ambra…poi, che con gli stranieri dagli occhi d’ambra si preferisca far interagire potenziali castrati venuti male, questoè un altro discorso!!!
    Dolci sogni, pannocchietta, e Tusbah ‘ala kheir, [risvegliati nel bene] al bellissimo Nicola. Ovviamente buonanotte anche al signor Horton.

    A domani

    Cauchemar, etc…

    1. [E’sempre piacevole essere ricordati nelle tue pagine. Evidentemente no nti tengo abbastanza impegnata durante il giorno…forse dovrei proporti di iniziare a scrivere anche di Horton e Dale, o di William e Milton (no, quelli li tengo proprio come ultima spiaggia, il ricatto finale!!)]
      Ti dirò, a fronte di una pagina da fare il-più-presto-possibile (cioè dovrebbe essere già stata fatta e io non ho ancora ricevuto mail con le info) per una festa goa-trance, e una mail di ieri sera dell’Illustratore che mi dice di chiamarlo appena posso perché è urgente-e-importante, non ti odierò se non mi riempi ogni spazio. 😛
      E poi continuo a chiedermi come possiamo scrivere di Horton e Dale.
      … Però mi viene in mente uno scorcio americano in cui Dale osserva la vita di Horton da fuori, da chi entra in casa sua e chi esce, e dalle chiacchiere di quartiere…

      [Passare da Hynek a Jamall nel tempo di un “invia” è a dir poco destabilizzanti, ed è quel genere di cose che non ci si dovrebbe permettere sul posto di lavoro.]
      Infatti mi chiedo se devo sentirmi colpevole.

      [Anyway, se può consolarti Jamall fa venire i brividi anche a me, perchè in fondo è rimasto, da qualche parte, un cuore palpitante di fanciulla che s’infiamma per uno straniero dagli occhi d’ambra…poi, che con gli stranieri dagli occhi d’ambra si preferisca far interagire potenziali castrati venuti male, questoè un altro discorso!!!]
      In effetti il siriano mi mancava. Appena ne conosco uno gradevole mi rifaccio anche io, ok?

Rispondi a diosbios Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...